Ospiti camera #2
Ospiti camera #3
Ospiti camera #4

Prenota

Diario

Accept Cookies ?
15 Ago 2019

 

GIOVEDÌ 22 AGOSTO- Siamo arrivati al QUARTO ed ULTIMO appuntamento sul prato della quarta edizione di IN 13 A TAVOLA, i nostri incontri all'insegna del buon mangiare e del bere naturale.
Ecco i vignaioli del consorzio Terroirmarche che ci faranno degustare le loro delizie:


CAVALIERI Matelica (MC)
“La nostra cantina, attiva fin dai primi del ‘900, produce per la quasi totalità uve di Verdicchio ed in piccola parte uve nere. L’intera superficie vitata è coltivata seguendo i principi dell’agricoltura biologica e il lavoro più importante e meticoloso viene fatto in vigna.”


LA MARCA DI SAN MICHELE Cupramontana (AN)
“Lavoriamo con due vitigni che qui sono nati e qui affondano le loro radici: il Verdicchio e il Montepulciano. ... Il nostro obiettivo è quello di produrre un vino in cui queste terre si riconoscano e noi riconosciamo loro, che sia digeribile e facilmente abbinabile.”


MALACARI Ancona
“La nostra azienda si estende sulla collina di Grigiano, poco sotto il colle di Offagna, qui sono piantati i nostri vigneti, generose piante di varietà Montepulciano. Il nostro intento è realizzare un vino unico ed irriproducibile, frutto del terroir: mix dato da suolo, clima, vitigni e dalla cultura millenaria del territorio del Conero.”


MORODER Ancona
“La brezza marina proveniente dal mare, un ricco suolo calcareo, l’esposizione a sud e sud-est sono gli elementi che costituiscono il nostro terroir. Il Montepulciano, l’uva utilizzata per produrre il Rosso Conero, è il vitigno maggiormente coltivato.”


TOMASSETTI. Castel Colonna (AN)
La nostra è una storia marchigiana. I nonni contadini e mezzadri, i padri artigiani con la terra nel cuore, e noi che crediamo nel ritorno alla terra come evoluzione di una cultura antica che pretende di più dalle nuove generazioni.
Il rispetto di una agricoltura naturale diventa per noi il mezzo per donare al vino il carattere di cui la natura gli ha fatto dono.


La cena-degustazione è alle 20,00 ed è necessaria la prenotazione allo 071 801145 o a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..
Vi aspettiamo

ALIERI Matelica (MC)
“La nostra cantina, attiva fin dai primi del ‘900, produce per la quasi totalità uve di Verdicchio ed in piccola parte uve nere. L’intera superficie vitata è coltivata seguendo i principi dell’agricoltura biologica e il lavoro più importante e meticoloso viene fatto in vigna.”

LA MARCA DI SAN MICHELE Cupramontana (AN)
“Lavoriamo con due vitigni che qui sono nati e qui affondano le loro radici: il Verdicchio e il Montepulciano. ... Il nostro obiettivo è quello di produrre un vino in cui queste terre si riconoscano e noi riconosciamo loro, che sia digeribile e facilmente abbinabile.”

MALACARI Ancona
“La nostra azienda si estende sulla collina di Grigiano, poco sotto il colle di Offagna, qui sono piantati i nostri vigneti, generose piante di varietà Montepulciano. Il nostro intento è realizzare un vino unico ed irriproducibile, frutto del terroir: mix dato da suolo, clima, vitigni e dalla cultura millenaria del territorio del Conero.”

MORODER Ancona
“La brezza marina proveniente dal mare, un ricco suolo calcareo, l’esposizione a sud e sud-est sono gli elementi che costituiscono il nostro terroir. Il Montepulciano, l’uva utilizzata per produrre il Rosso Conero, è il vitigno maggiormente coltivato.”

TOMASSETTI. Castel Colonna (AN)
La nostra è una storia marchigiana. I nonni contadini e mezzadri, i padri artigiani con la terra nel cuore, e noi che crediamo nel ritorno alla terra come evoluzione di una cultura antica che pretende di più dalle nuove generazioni.
Il rispetto di una agricoltura naturale diventa per noi il mezzo per donare al vino il carattere di cui la natura gli ha fatto dono.

 

CAVALIERI Matelica (MC)
“La nostra cantina, attiva fin dai primi del ‘900, produce per la quasi totalità uve di Verdicchio ed in piccola parte uve nere. L’intera superficie vitata è coltivata seguendo i principi dell’agricoltura biologica e il lavoro più importante e meticoloso viene fatto in vigna.”

LA MARCA DI SAN MICHELE Cupramontana (AN)
“Lavoriamo con due vitigni che qui sono nati e qui affondano le loro radici: il Verdicchio e il Montepulciano. ... Il nostro obiettivo è quello di produrre un vino in cui queste terre si riconoscano e noi riconosciamo loro, che sia digeribile e facilmente abbinabile.”

MALACARI Ancona
“La nostra azienda si estende sulla collina di Grigiano, poco sotto il colle di Offagna, qui sono piantati i nostri vigneti, generose piante di varietà Montepulciano. Il nostro intento è realizzare un vino unico ed irriproducibile, frutto del terroir: mix dato da suolo, clima, vitigni e dalla cultura millenaria del territorio del Conero.”

MORODER Ancona
“La brezza marina proveniente dal mare, un ricco suolo calcareo, l’esposizione a sud e sud-est sono gli elementi che costituiscono il nostro terroir. Il Montepulciano, l’uva utilizzata per produrre il Rosso Conero, è il vitigno maggiormente coltivato.”

TOMASSETTI. Castel Colonna (AN)
La nostra è una storia marchigiana. I nonni contadini e mezzadri, i padri artigiani con la terra nel cuore, e noi che crediamo nel ritorno alla terra come evoluzione di una cultura antica che pretende di più dalle nuove generazioni.
Il rispetto di una agricoltura naturale diventa per noi il mezzo per donare al vino il carattere di cui la natura gli ha fatto dono.

 

CAVALIERI Matelica (MC)
“La nostra cantina, attiva fin dai primi del ‘900, produce per la quasi totalità uve di Verdicchio ed in piccola parte uve nere. L’intera superficie vitata è coltivata seguendo i principi dell’agricoltura biologica e il lavoro più importante e meticoloso viene fatto in vigna.”

LA MARCA DI SAN MICHELE Cupramontana (AN)
“Lavoriamo con due vitigni che qui sono nati e qui affondano le loro radici: il Verdicchio e il Montepulciano. ... Il nostro obiettivo è quello di produrre un vino in cui queste terre si riconoscano e noi riconosciamo loro, che sia digeribile e facilmente abbinabile.”

MALACARI Ancona
“La nostra azienda si estende sulla collina di Grigiano, poco sotto il colle di Offagna, qui sono piantati i nostri vigneti, generose piante di varietà Montepulciano. Il nostro intento è realizzare un vino unico ed irriproducibile, frutto del terroir: mix dato da suolo, clima, vitigni e dalla cultura millenaria del territorio del Conero.”

MORODER Ancona
“La brezza marina proveniente dal mare, un ricco suolo calcareo, l’esposizione a sud e sud-est sono gli elementi che costituiscono il nostro terroir. Il Montepulciano, l’uva utilizzata per produrre il Rosso Conero, è il vitigno maggiormente coltivato.”

TOMASSETTI. Castel Colonna (AN)
La nostra è una storia marchigiana. I nonni contadini e mezzadri, i padri artigiani con la terra nel cuore, e noi che crediamo nel ritorno alla terra come evoluzione di una cultura antica che pretende di più dalle nuove generazioni.
Il rispetto di una agricoltura naturale diventa per noi il mezzo per donare al vino il carattere di cui la natura gli ha